Testimonianze

Testimonianze dei collaboratori della Semina

"Ho capito subito che la Semina offriva un servizio culturale eccellente, di cui la scuola doveva sicuramente usufruire."
Maria Teresa Rigato
"Essa è molto di più di un’associazione di approfondimento scientifico: è prima di tutto uno spazio in cui ci si confronta."
Stefano Covino
"Auspico che essa diventi sempre di più un laboratorio di relazioni umane, perché imparare è prima di tutto un fare qualcosa insieme."
Laura Formenti
"Se La Semina fosse una persona cara le consiglierei di studiare, di ambire ad essere parte di un’eccellenza culturale."
Stefano Covino
"La Semina è caratterizzata da un’identità molto magmatica che la rende particolarmente eterogenea. Ciò significa anche che gli argomenti trattati sono molto vari, viene così promossa una grande interdisciplinarietà."
Laura Formenti
"E’ stato al liceo che ho capito che la Semina è davvero qualcosa di aggiunto, di grande valore, rispetto all’offerta formativa standard della scuola."
Eleonora Lavelli
"Il legame tra La Semina e la scuola è nato dal tentativo di “incidere di più”, di essere più efficaci a livello culturale."
Stefania Cappelli
"Se La Semina fosse una persona cara, le consiglierei acquisire una maturità piena e solida, di sapere valorizzare i contributi delle persone che incontrerà lungo la strada."
Stefania Cappelli
"Una persona che possiede una preparazione a tutto tondo riuscirà sicuramente a fare dialogare le proprie conoscenze tra i diversi piani ed esprimerà meglio le proprie idee."
Alessandro Lega
"La caratteristica principale della Semina? Prima di tutto l’alta qualità delle sue conferenze."
Aldo Mari
"La Semina è l’esempio di un tentativo riuscito di lavoro non settoriale. Il mondo associativo spesso soffre di un problema a dir poco paradossale: quello di vedere solo le proprie ragioni e non interagire con gli altri enti."
Luciano Fasano
"L’identità della Semina è costituita da tre parole fondamentali: eccellenza, laicità ma soprattutto futuro. […] Per essere feconda deve aprirsi ai giovani perché lo sguardo del giovane è molto diverso da quello di un adulto."
Claudio Firmani
"La Semina ha un’azione di elevazione del piano culturale del nostro territorio. Ma c’è di più: essa può essere anche un volano a livello economico tra giovani ed imprese."
Marco Canzi

Commenti chiusi